PIVA GIANNI
"Secondo il critico e curatore d'arte dr Alain Chivilò, l'artista Gianni Piva è uno tra i pochi che ha creato una pittura innovativa pur partendo dall'arte moderna. Infatti nella disamina di Chivilò, oggi Piva realizza composizioni visionarie che indagano il micro e il macro cosmo: un viaggio spirituale cui l'artista evidenzia forza e anima".
A partire dalla fine degli anni Novanta, Gianni Piva ha esposto in Italia e all’estero. Nel 1998 a Miami all’Interios Studio, alla Galleria Ferriera di Puerto Plata; nel 1999 alla Galleria Rodriguèz di Santo Domingo e alla Galleria Bellini di Los Angeles. Nel 2000 espone a Milano, alla Basilica di San Francesco a Treviso, alla Galleria Oliveira di Città del Messico; nel 2001 alla Mostra Internazionale del Complemento di Milano, al Club Internazionale Pittori di Padova, all’Art Design di Milano e ad Arte Padova. Nel 2002 è presente con le sue opere alla Galleria Azuci di Tokyo, ad Arte Padova, alla Galleria Il Rinascimento di Ferrara, alla V Mostra d’Arte Contemporanea di Reggio Emilia e alla Magazine Gallery di New York. L’anno successivo espone alla Mostra Internazionale del Complemento di Milano, alla Galleria Villa de l’Este di Barcellona, alla Galleria Palm Beach in Florida e ad Arte Padova; nel 2004 alla Body Art Gallery di San Francisco, allo Show Room di Telemarket di Brescia, alla Venice Art Gallery di Boca Raton; nel 2005 è presente alla Savoy Gallery di Rostov e nuovamente allo Show Room di Telemarket di Brescia. Nel 2006 Gianni Piva espone alla Gm Art di Ponzano Veneto (Treviso) e a Brescia. Nel 2007 le sue opere sono presenti alla Gianfranco Meggiato Art Galleries di Postano, Venezia, Milano. Per il 2008 ha in programma due esposizioni a Londra alla Gianfranco Meggiato Art Galleries e alla Bonded Warehouse di Kiew in Ucraina.
Le opere di Gianni Piva sono presenti in collezioni pubbliche e private a Vera Cruz (Messico), Mosca, Jeddahm Riad e Dubai (Arabia Saudita), Safat (Kuwait), Odessa (Ucraina), Seoul (Corea), Tokyo (Giappone), Los Angeles, Miami e Annapolis (Usa).
Nel 2010 l'esposizione a Parigi presso il Carrousel du Louvre e a Roccalumera (Messina) al Museo della Filanda.
Nel 2011 a Pechino presso il Museo Arte Moderna e il Beijin Museum Contemporary International Art Fair. Sempre nello stesso anno a Shanghai presso Atsa Internazionale, a Milano presso AAF e il successo nello speciale tv a Telemarket con Gianluca Gaudio.
Nel 2012 nell'ambito della mostra con asta di beneficenza Fabula in Art dal 24/04 all'8/05 presso i Musei di San Salvatore in Lauro nel Complesso Monumentale del Pio Sodalizio dei Piceni di Roma, Gianni Piva dona un'opera, insieme ad altri artisti, il cui ricavato dell'asta, bandita da Christie's, è devoluto a VIM, Villaggio Impresa Madagascar Mahajanga Scuola elementare La Bonne Etoile in Madagascar.
Fino al 7/07/2012 Piva è presente nella collettiva a Vittorio Veneto presso Viv'artes Gallery con Carlo Ballyana e Monica Martins.
Il 2013 segna il passaggio alla Galleria Fratelli Orler di Favaro Veneto con uno speciale il 07/04 sulle frequenze di Orler Tv.
Nel 2014 la nuova produzione vede il nascere di sculture rotanti e illuminate, ispirate almondo della natura. A Maggio lo speciale presso la televisione commerciale Star Market.
Attualmente Gianni Piva ha creato il "Piva Store" dove è possibile acquistare oltre ai dipinti e sculture, anche accessori di abbigliamento come giacche, occhiali da sole, scarpe, borse ecc tutte da lui ideate e prodotte.


Gianni Piva Pellicola, cm 100x70

Gianni Piva Buddha cm 130hx52x46

Gianni Piva Gianni Piva Onda d'urto, cm100x100

Gianni Piva Recife, cm 170x120

Gianni Piva photo by © Alain Chivilò

Gianni Piva photo by © Alain Chivilò

Gianni Piva photo by © Alain Chivilò

Gianni Piva photo by © Alain Chivilò

Gianni Piva photo by © Alain Chivilò

Gianni Piva photo by © Alain Chivilò

Gianni Piva photo by © Alain Chivilò

Gianni Piva photo by © Alain Chivilò

Gianni Piva photo by © Alain Chivilò

Gianni Piva e la Civiltà sommersa photo by © Alain Chivilò

Gianni Piva Mare agitato, 2011, cm 80X150, Olio e acrilico su tela, © Photo by Alain Chivilò
TOP
© 2008 Eugeniodavenezia.eu